Archivi categoria: Multimedia

Grazie!

Ieri il Teatro Vittoria ha ospitato l’ultima replica di “Terezín, Artisti tra le ceneri”, ma siamo certi che il messaggio portato in scena non si concluderà con il sipario chiuso.
Terezín è d’ispirazione, allora come adesso. Insegna la speranza e la necessità di credere fino in fondo nelle proprie passioni. Noi l’abbiamo imparato e siamo sicuri sia stato lo stesso per voi, perché la vostra partecipazione è stata tanta e ne abbiamo avuto prova ogni giorno.

I primi ringraziamenti vanno proprio a voi, che avete condiviso con il cuore e non solo con i click.
A chi ha assistito allo spettacolo e a chi avrebbe voluto ma non ha avuto modo; a chi si è messo in gioco, ha trovato spunti di riflessione e non si è fermato alla superficie; a chi ha creduto in questo progetto, perché ne ha capito l’importanza. È la vostra fiducia che ha aiutato a realizzare tutto questo.

E GRAZIE allo staff (una sola parola per racchiudere una miriade di persone, professionalità e ruoli) che ha nutrito lo spirito di un progetto rimasto fedele sia nella forma sia nella sostanza, perché l’Arte è tutto – sogno e concretezza, celebrazione e quotidianità, memoria e futuro – ma ha anche bisogno di coloro che sanno mantenerla in vita.

Ph. Claudio Rossetti

Lascia un commento

Archiviato in Multimedia

Aperte le prenotazioni per lo spettacolo “Terezín, Artisti tra le ceneri”

Abbiamo il piacere di invitarvi

Il 26 e 27 Gennaio 2015 ore 21.00

presso il TEATRO VITTORIA

Piazza di Santa Maria Liberatrice 10 (Testaccio) – Roma

per lo spettacolo

TEREZÍN
Artisti tra le ceneri

di Matteo Ciocci, Alessio Moneta, Valentina Rizzi, Alessandra Verdura liberamente tratto dal testo originale degli allievi del Corso di Drammaturgia teatrale di Lazio InScena, da un’idea di Annalisa Pavoni e Guido Barbieri

Regia di Francesco Brandi

con il patrocinio del Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”

Per prenotare il vostro biglietto cliccate qui

La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

Lascia un commento

Archiviato in Multimedia

L’ARRIVO DI UN BAMBINO A TEREZÍN

La testimonianza di un sopravvissuto

I ricordi di un reduce del campo di prigionia di Terezín. Vengono raccontati l’arrivo e il trasferimento nel kinderheim, la struttura deputata a ospitare i tanti bambini presenti nel campo, dove visse anche Carla Cohn. Nel breve video vengono descritte  le sensazioni che accompagnavano ogni giorno uno dei 15.000 piccoli che passarono per Terezín, separato dai propri genitori  e con la speranza di rivederli prima o poi.

Lascia un commento

Archiviato in Multimedia

Dentro Terezín

La testimonianza di una prigioniera

Un viaggio all’interno del campo di concentramento di Terezín, a partire dalla cittadina fin dentro i dormitori e l’infermeria. La voce di Carla Josephus Jitta (1931), reduce del campo di Terezín, ci accompagna tra binari, mura fortificate e i resti del lager pensato per ospitare gli ebrei eccellenti.

Qui la traduzione del racconto di Carla Josephus Jitta

Siete arrivati nel ghetto di Theresienstadt, mi chiamo Carla Josephus Jitta. È difficile immaginare quello che ho vissuto quando ero una bambina. La vita continua. Adesso sembra un normale villaggio ceco ma quando arrivai con mio fratello e mia nonna questo posto era una ghetto. Un posto orribile dove la vita degli esseri umani non aveva alcuna importanza.
Su questi binari sono entrata e ho lasciato il ghetto, mi sembra strano che possano essere proprio gli stessi. Ci fermammo al cancello dell’edificio e improvvisamente la porta del nostro treno merci si aprì. Mi svegliai di soprassalto, ero crollata dopo essere rimasta sveglia per 48 ore.
Era come una rappresentazione teatrale. C’erano lampioni, le tende erano alzate. Curioso. Trovavo divertente che prima della deportazione avessi vissuto in una città con una fortezza simile perciò queste mura mi divennero familiari. Una volta mi sedetti sulla cima delle mura e capii cosa c’era fuori dal campo. L’acqua scorreva tutto intorno e circondava la fortezza.
Fuori dalla città si può visitare la Piccola Fortezza, la prigione dove non sono mai stata. Lì vicino c’è anche il cimitero di tutti i detenuti morti. Ma la maggior parte dei 140.000 prigionieri è stata assassinata ad Auschwitz o in altri campi di sterminio. Grazie al mio certificato di battesimo ho potuto rimanere a Terezín e sopravvivere alla guerra, per questo oggi posso raccontare la mia storia.

Lascia un commento

Archiviato in Multimedia

Bando di concorso TerezÍn 90″

La locandina del concorso Terezín 90''

La locandina del concorso Terezín 90”

Nell’’ambito del progetto regionale LazioInScena cofinanziato dalla Regione Lazio, viene promosso il concorso artistico TerezÍn 90″ inserito nel progetto “Terezín, Artisti tra le ceneri” che culminerà nella messa in scena dello spettacolo dal titolo omonimo presso il Teatro Vittoria, il 26 e 27 gennaio 2015.

Il concorso si rivolge a studenti universitari, di corsi di formazione e/o laboratori a indirizzo artistico, accademie e istituti d’arte nell’a.a. 2014/2015.  Il tema su cui dovranno lavorare gli studenti è il rapporto tra Arte e Prigionia.
Dovranno creare un filmato della durata massima di 90 secondi  che esprima la propria idea rispetto al tema proposto, riversato su Dvd senza vincoli di formato ed essere accompagnato dalla documentazione indicata nel paragrafo “Documentazioni richieste” presente nel bando sottostante.
In tale occasione i cinque lavori più meritevoli saranno premiati con la proiezione del loro corto prevista in chiusura spettacolo.

La storia del lager ceco dimostra il valore insopprimibile dell’arte come strumento di liberazione dalla prigionia, materiale e spirituale, che coinvolge uomini e donne di ogni epoca e anche del nostro tempo.

Bando_Terezín 90”

Domanda di partecipazione_All. 1

Autocertificazione_All. 2

Lascia un commento

Archiviato in Concorso, Multimedia